Castelnuovo Scrivia




Sagre e tradizioni   
Castelnuovo Scrivia
> Il comune ed il territorio
> Vicende storiche
> Uomini illustri
> I monumenti
> Sagre e tradizioni
> Il comune
> Numeri Utili
> Spettacoli ed iniziative
> Fotografie
> Indirizzi e-mail del    comune
> Bandi di gara, avvisi,    ordinanze
> Documentazione Ufficio    Tributi
> Regolamentazione
   sulla tenuta degli
   animali

1-12 Gennaio: osservate e segnate sul calendario le condizioni del tempo nei primi dodici giorni dell’anno. Ogni giorno indicherà il tempo che farà nel mese corrispondente.

17 Gennaio: a Sant’Antonio, davanti alla chiesa di San Rocco, si svolgeva la “festa delle coppette”, ostie rotonde spalmate con miele e pezzetti di noci. Chi aveva degli animali li portava dinnanzi la chiesa in via Dante e durante la benedizione teneva un pezzo di pane in tasca da usare durante l’anno come rimedio se gli animali si ammalavano.

19 Marzo: a San Giuseppe grandiosa fiera del bestiame e delle macchine agricole. Sagra dei farsô (frittelle). La festa é ancora attuale. La progressiva meccanizzazione ha contribuito ad eliminare la fiera del bestiame e a incrementare quella delle macchine agricole. Anche la sagra delle frittelle é stata potenziata e il programma della festa integrato da spettacoli di strada e nuove iniziative.

25 Aprile: a San Marco processione alla chiesa di San Domenico. Elevata la partecipazione dei fedeli i quali portavano con sé un cartoncino con la “semenza dei bachi”. Era di buon auspicio per il raccolto dei bozzoli.

23 Maggio: San Desiderio. Data dell’antica festa patronale, del cambio della bandiera sulla torre e dell’esposizione del busto del Santo Patrono. É stata ripresa e rivalutata con numerose iniziative di carattere storico, culturale, artistico e di spettacolo. Il paese é coinvolto per una festa a tema storico scelta di anno in anno. Quarta domenica d’agosto: festa patronale di San Desiderio. Venne spostata nel 1852 a causa degli elevati impegni nei campi (taglio del fieno, allevamento dei bachi, ecc.). Oltre agli spettacoli di piazza si conserva l’antica tradizione dei fuochi d’artificio, nata con la famosa industria pirotecnica castelnovese dei Beltrame. L’Amministrazione comunale offre uno spettacolo di elevato livello che richiama 30 mila visitatori dalle province di Alessandria, Pavia e Genova.

8 Settembre: festa delle vigne, a ricordo della pregiata produzione delle nostre terre (zone Bertone, Cerro, San Damiano e Viarolo). Il comitato di San Damiano ha recuperato questa festa e ogni anno organizza un incontro conviviale.


APPUNTAMENTI
Sono numerose le manifestazioni che si svolgono durante l’anno. Organizzate dall’amministrazione comunale, dalla Biblioteca civica, dalla parrocchia, da singoli enti e associazioni. Da ricordare, nella lunga serie di iniziative dell’Estate castelnovese in piazza (dalla seconda metà di giugno), il concorso nazionale legato alle storie raccontate dai nonni, le serate di musica all’interno della sala Pessini. Tutte, ovviamente, con un calendario ben preciso che viene compilato di anno in anno. Un paese sicuramente vivo che sa organizzare e soddisfare le esigenze di tutti.

Sitemap