Castelnuovo Scrivia




REGOLAMENTO COMUNALE PER L’INCENTIVAZIONE ALL’AFFIDO DEI CANI  
Castelnuovo Scrivia
> Il comune ed il territorio
> Vicende storiche
> Uomini illustri
> I monumenti
> Sagre e tradizioni
> Il comune
> Numeri Utili
> Spettacoli ed iniziative
> Fotografie
> Indirizzi e-mail del    comune
> Bandi di gara, avvisi,    ordinanze
> Documentazione Ufficio    Tributi 2004
> Regolamentazione
   sulla tenuta degli
   animali

Comune di Castelnuovo Scrivia
COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA
Provincia di Alessandria

IL REGOLAMENTO COMUNALE PER L’INCENTIVAZIONE ALL’AFFIDO DEI CANI

PREVISTO UN VITALIZIO

In occasione del primo week end di aprile la LAV ha lanciato una campagna di sensibilizzazione legata al fenomeno del randagismo e dei cani detenuti presso le strutture comunali e private. Un business di alcuni milioni di euro che coinvolge le pubbliche amministrazioni e il mantenimento dei cani randagi catturati sul territorio.

Il comune di Castelnuovo Scrivia, nell’aderire all’iniziativa, ha approvato in consiglio comunale un regolamento per l’affido alle famiglie dei cani prevedendo un compenso da parte dell’ente locale.

Chi in pratica chiederà l’affido di un animale proveniente dalla struttura che attualmente ospita i cani per conto del comune avrà un compenso giornaliero.

“L’iniziativa – dice il sindaco Gianni Tagliani che nel frattempo ha annunciato la ricandidatura alla guida del comune – parte dalla consapevolezza che gli animali abbandonati trascorrano i giorni della propria vita in solitudine, lontano dall’affetto che una famiglia può dare loro aggiungendo un nuovo trauma a quello che già hanno subito con l’abbondano. La legge nazionale che regola la materia per la tutela degli animali d’affezione e la prevenzione del randagismo pur rivelandosi valida nei principi di fatto comporta un’applicazione largamente insufficiente. Ogni cane costa al comune due euro e cinquanta centesimi al giorno per il giusto mantenimento. Con questo provvedimento – continua il sindaco - noi daremo alla famiglia un euro e 30 centesimi al giorno per il primo anno e settanta centesimo per il secondo anno. Una specie di sostegno per l’ingresso nella famiglia. Con un risparmio considerevole per la famiglia e, soprattutto la cosa che mi sta più a cuore, la sistemazione dell’animale in una famiglia vera”

L’iniziativa, come si legge nel regolamento, prima in provincia, è naturalmente aperta a tutti i cittadini non solo castelnovesi. La Polizia Municipale e il servizio Veterinario avranno il compito di verificare le reali intenzioni dell’affidatario e la sua solidità morale oltre al sopralluogo presso il luogo in cui dimorerà.

Sitemap